CHE EUROPA VORRESTI? - SPERANZA EMIDIO

CHE EUROPA VORRESTI?

SPERANZA EMIDIO

LIBRATI

15,00
Acquista da libreria Rinascita

Dettagli

  • Data di pubblicazione: 01/01/2009
  • Prezzo di listino: 15,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • ISBN: 9788887691702

Quarta di copertina

Questo volume trae origine dall’incontro organizzato dall’Iniziativa socio-culturale Virtute e conoscenza di Ascoli Piceno il 29.3.2007 sul tema “La nascita del Pensiero Europeo e la carta costituzionale dell’Unione; Che Europa vorresti?”, introdotto da Alighiero Massimi sul pensiero europeo e da Emidio Speranza sulla carta dell’Unione, che poi non è più stata ratificata in seguito ai No francese ed olandese.Emidio Speranza, con questo testo, dopo aver tratteggiato i prodromi della comunità europea, ha analizzato l’attuale situazione dell’Unione dopo il fallimento del generoso tentativo di dotarla di una costituzione e nella fase di ratifica del Trattato di Lisbona, traguardo più modesto ma irrinunciabile strumento per il processo verso l’unità politica, che tuttavia ha già visto il No irlandese.L’analisi, pur non potendo scendere nei dettagli della complessa macchina europea, prende in considerazione gli aspetti più significativi del laborioso iter d’integrazione, anche sotto il profilo storico-giuridico, le sue difficoltà, i rischi della sua stagnazione soprattutto nel momento in cui i cittadini saranno chiamati a rieleggere i loro rappresentanti al Parlamento europeo nella primavera 2009.L’autore, pur non rinunciando ad essere di parte - lui stesso si vedrebbe con sospetto se non lo fosse su temi che non consentono neutralità - tenta, per ogni problema che affronta, di proporne la soluzione per il successo dell’UE politica, nel cui ruolo crede appassionatamente per il futuro del mondo.Il testo è corredato da Note con i riferimenti delle fonti consultate o con brevi approfondimenti dei temi trattati; da una Bibliografia adatta sia a chi si affacci per la prima volta al tema europeo sia a chi voglia approfondirlo dal punto di visto storico-giuridico; da una Sitografia informatica, molto utile per un utilizzo non dispersivo dell’ormai insostituibile strumento democratico qual è la rete internet, e da un Indice dei nomi e delle cose notevoli, che facilita il rapido rinvenimento di quanto trattato....“E quando, superando l’orizzonte del vecchio continente, si abbracci in una visione di insieme tutti i popoli che costituiscono l’umanità, bisogna pur riconoscere che la federazione europea è l’unica garanzia concepibile che i rapporti con i popoli asiatici e americani possano svolgersi su una base di pacifica cooperazione, in attesa di un più lontano avvenire, in cui diventi possibile l’unità politica dell’intero globo”...(dal Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli, Ernesto Rossi e Eugenio Colorni - Agosto 1941)