AL-DESIGN. LE FORME DELL'ALLUMINIO NELL'ABITARE CONTEMPORANEA - PIETRONI LUCIA; CIOVERCHIA MICHELA

AL-DESIGN. LE FORME DELL'ALLUMINIO NELL'ABITARE CONTEMPORANEA

PIETRONI LUCIA; CIOVERCHIA MICHELA

LIBRATI

4,80 20,00 - 76%
Acquista da libreria Rinascita

Dettagli

  • Data di pubblicazione: 01/01/2006
  • Prezzo di listino: 20,00
  • Disponibilità: Disponibile in libreria
  • ISBN: 9788887691399

Quarta di copertina

Presentazione MASSIMO PERRICCIOLI61 IDEE PER DAR FORMA ALL’ALLUMUNIOPresentare gli esiti di un concorso di progettazione costituisce sempre motivo di grande soddisfazione.Presentare i risultati del concorso di idee "Al.design. Le forme dell'alluminio nell'abitare contemporaneo" è motivo di soddisfazione ancor più grande. II concorso, promosso dal CSID Consorzio per lo Sviluppo dell'industrial Design in collaborazione con il ProCAmDiparti mento di Progettazione e Costruzione dell'Ambiente dell'Università degli Studi di Camerino, con il Corso di laurea in Disegno Industriale e Ambientale della Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno e con il Consorzio Universitario Piceno, segna infatti, da un lato la prima "uscita" ufficiale del CSID formatosi sul finire dello scorso anno e dall'altro rappresenta una delle prime positive collaborazioni nel territorio piceno tra mondo della ricerca, mondo delle istituzioni e mondo della produzione industriale, allo scopo di promuovere il design come fattore strategico di innovazione dei sistemi produttivi locali.L'idea del concorso è nata lo scorso anno per dare visibilità ad alcune piccole e medie imprese da tempo operanti in questo territorio nel campo della produzione di semilavorati e componenti in alluminio destinati al settore dell'office furniture, dei sistemi per cucina e del prodotto d'arredo in genere. Ben presto però ci si è resi conto che la formula del concorso intercettava una reale esigenza di ricerca progettuale innovativa per aziende dotate di grandi potenziali produttivi e di knowhow tecnologico ma non sempre in grado di sviluppare prodotti autonomi, innovativi e competitivi per un mercato sempre più globale e più complesso.Costruire un concorso su tale ipotesi di lavoro non è stato semplice e ha richiesto la partecipazione costruttiva di tutte le realtà coinvolte: il contributo scientifico ed organizzativo del Dipartimento ProCAm della Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno, l'esperienza del Consorzio Universitario Piceno nell'attività di promozione di nuove forme di relazione tra ricerca e produzione e in ultimo, ma di importanza fondamentale, la competenza, la voglia e l'entusiasmo delle aziende aderenti al giovane consorzio desiderose di sviluppare piccole ma sensibili innovazioni nei processi produttivi alla base della propria attività.L'originalità della scelta operata a monte dell'iniziativa che presentiamo risiede nel fatto che in questo caso l'obiettivo non era quello di "pensare" ad un nuovo prodotto per una determinata produzione, quanto piuttosto quello di avviare un confronto tra mondo della produzione e mondo della "produzione di idee" finalizzato alla formulazione di strategie progettuali e di concetti di prodotto per alcuni spazi della contemporaneità: lo spazio dell'ufficio, lo spazio della cucina e lo spazio domestico deputato ai benessere del corpo.Il concorso riservato a giovani designer italiani e stranieri under 35 e a studenti delle scuole di design italiane ha riscosso u